DOLCI/ MY MEMORIES/ NELLA MIA CUCINA

Era tempo di Vendemmia…

_DSC7650

 

Non so neanche da dove cominciare a scrivere questo post. Avrei mille cose da dire, ma non è facile racchiudere in poche parole i sentimenti e le emozioni che mi hanno accompagnata in questi mesi di silenzio.
Un silenzio voluto, cercato, prigioniero di una innata voglia di non parlare, di non esprimere quanto mi abitava dentro. E così continuavo a vivere nella mia convinzione che chiudendo le porte al frastuono della vita, avrei messo a tacere le voci che sentivo crescere nel mio “io” più profondo e fragile. 
Ma complice una sorella meno distratta del solito, che mi ha fatto capire che scegliendo il silenzio accettavo l’angoscia di soffocare i miei sentimenti più veri, ho vomitato tutte le mie frustrazioni e disillusioni.
E così, ancora una volta ho imparato che i sentimenti che mi abitano dentro non possono rimanere inascoltati per tanto tempo.
E così, ancora una volta ho capito che posso scegliere di restare in silenzio, ma non posso impedire alla mia anima di parlarmi.
E così, ancora una volta ho deciso di cambiare il mio modo di guardare i fatti della vita che non so spiegarmi. 

 

Felicità, Sofferenza, Solitudine, Delusione, Paura, Opportunità, Speranza.

 

Felicità da rincorrere e trovare nonostante TUTTO.
Sofferenza che ti scava dentro, ma che ti aiuta a sopportare e a dare un senso ai momenti difficili.
Solitudine che diventa una splendida conquista quando diventa il mezzo attraverso il quale riesci ad ascoltare la tua anima.
Delusione che ferisce, avvelena, ammala, ma che che diventa un’alleata quando ti fa capire chi hai veramente di fronte.
Paura da riconoscere e trasformare in forza.
Opportunità da costruire. 
Speranza che, ancora una volta, può renderti libero. 

“Pandora, un giorno scoperchiò il vaso, liberando così tutti i mali del mondo, che erano gli spiriti maligni della vecchiaiagelosiamalattiapazzia e il vizio. Sul fondo del vaso rimase soltanto la speranza, che non fece in tempo ad allontanarsi prima che il vaso venisse chiuso di nuovo. Dopo l’apertura del vaso il mondo divenne un luogo desolato ed inospitale simile ad un deserto, finché Pandora lo aprì nuovamente per far uscire anche la speranza, ed il mondo riprese a vivere.”

Collage 

Crostata all’Uva con crema cotta al forno e scaglie di mandorle 
(per la Festa della Nostra Vendemmia)

_DSC7655

CROSTATA ALL'UVA CON CREMA COTTA AL FORNO E SCAGLIE DI MANDORLE
 
Ingredients
  • PER LA PASTA FROLLA
  • g. 300 di farina (io ho usato una farina bio tipo "0" di grano tenero della Antico Molino Rosso)
  • g. 125 di burro freddo
  • g. 150 di zucchero
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
  • Uva bianca q.b.
  • Mandorle a scaglie q.b.
  • Una bustina di zucchero di Canna
  • un pizzico di sale
  • PER LA CREMA
  • g. 320 di latte intero fresco
  • g. 160 di panna fresca
  • g. 100 di tuorli
  • g. 30 di fecola
  • Un limone
  • PER GUARNIRE
  • Zucchero a velo q.b.
Instructions
  1. Tagliate il burro a tocchetti e mettetelo in freezer per 10 minuti. Lavoratelo poi con la farina e il sale fino a ottenere un composto di briciole (se usate la planetaria mettete la frusta piatta). Aggiungete lo zucchero e continuate a mescolare. Incorporate l'uovo intero e il tuorlo (ricordate di cambiare la frusta piatta con quella a filo).
  2. Lavorate l'impasto e fate un panetto che avvolgerete nella velina prima di farlo riposare in frigo almeno ½ ora.
  3. Procedete con la preparazione della crema.
  4. Per prima cosa montate i tuorli con lo zucchero e successivamente unite la fecola.
  5. Portate a bollore il latte con la panna e la scorza del limone. Togliete la scorza del limone e unite il composto montato. Frustate il tutto energicamente fino a cottura ultimata.
  6. Riprendete la pasta frolla e stendetela in una tortiera. Bucherellatela. Coprite con un foglio di carta da forno e riempite con dei fagioli secchi. Cuocete in forno caldo per 10 minuti a 190° forno statico.
  7. Poi eliminate i fagioli e la carta da forno. Aggiungete le mandorle a scaglie e gli spicchi di uva divisi in due metà. Coprite con la crema. Infornate per 20 minuti a 190° forno statico.
  8. Togliete dal forno aggiungete ancora qualche scaglia di mandorla e spolverizzate con lo zucchero di canna. Infornate per l'ultima volta grill 10 minuti a 180°.
  9. Servite la torta fredda spolverizzata con lo zucchero a velo.
Notes
Per la crema ho usato una pentola di rame stagnata.

 

_DSC7664 

_DSC7666  

_DSC7684

E a proposito di “Festa della Vendemmia” non potevo non ricordare anche solo con due righe la bellissima giornata trascorsa alle Tenute Tomasella, domenica del 21 settembre, in compagnia di alcune splendide e meravigliose Bloggalline ^_^ e di Mara
Abbiamo chiacchierato come vecchie amiche degustando del buon vino, assistito alla pigiatura a piedi nudi da parte dei bambini, visitato la tenuta e le vigne, degustato le carni della Macelleria Vincezutto di Fiume Veneto e, ovviamente, scattato tante fotografie 😉
Una giornata ricca di vere emozioni.

 

Roberta, Monica, Ombretta, Elisa, Lara, Michela, Alexandra, Alessia, Cristina, Ileana, Io, Elisabetta.

 

 

26 Comments

  • Reply
    Elisa
    4 novembre 2014 at 22:39

    Ti faccio un grosso in bocca al lupo!!!
    Che bello rivedere le foto di quella giornata!!! Grazie
    Elisa

    • Reply
      Miky
      9 novembre 2014 at 11:17

      Grazie Elisa.
      Smack

  • Reply
    Cri
    5 novembre 2014 at 7:18

    Sei una donna molto molto speciale. Ogni tua parola oggi me ne da ulteriormente conferma. Ti voglio benissimo, lo sai vero?
    Festeggiamo il tuo ritorno con una bella fetta di torta. ❤

    • Reply
      Miky
      9 novembre 2014 at 11:17

      Anch’io te ne voglio un sacco amica <3

  • Reply
    very
    5 novembre 2014 at 7:31

    Sei un tesoro. .. una grande donna…una grande moglie ….e per chi ha avuto la fortuna di conoscerti una grande Amica ..ti voglio bene ♥

    • Reply
      Miky
      9 novembre 2014 at 11:18

      E tu sei un’amica speciale.
      Ti voglio bene Very <3

  • Reply
    Vally
    5 novembre 2014 at 7:41

    Tesoro, bene.. che dirti bene.. servirà lo stesso tempo anche a me.. per capire, per superare e per tornare a sorridere.. in questo tempo staremo anche insieme e la tua vicinanza mi renderà una donna migliore, ne sono sicura.
    Il tuo blog è un bellissimo mondo nel quale ti puoi rifugiare ogni volta che desideri.. noi siamo sempre qui pronte ad ascoltarti ed accoglierti.
    Bellissimo post. Bellissima tu.. che ti voglio bene, lo sai già! Vally

    • Reply
      Miky
      9 novembre 2014 at 11:19

      Tu sai che ci sono, e che ti sto aspettando vero???
      Forza amica <3

  • Reply
    Ileana
    5 novembre 2014 at 9:13

    Che dire… sei dolcissima, la tua crostata è molto comfort food e quindi per me adorabile, le tue foto parlano anche col silenzio e mi piace un sacco come scrivi…
    un abbraccio alla tua meravigliosa anima!

    • Reply
      Miky
      9 novembre 2014 at 11:19

      Grazie Ileana ^_^

  • Reply
    SaeSa
    5 novembre 2014 at 10:24

    ti voglio bene…non aggiungo altro

    • Reply
      Miky
      9 novembre 2014 at 11:20

      Giro che ti chiamo, ce la posso fare <3

  • Reply
    Francesca P.
    5 novembre 2014 at 23:03

    Sono contenta di rivederti, di sapere che hai oltrepassato il muro del silenzio per tornare ad ascoltarti… sì, perchè spesso scrivere è parlare a noi stesse, mettere finalmente le parole sul bianco e lasciarsi andare, senza nascondere ciò che si prova… non è facile far uscire la voce, prima serve un momento di riflessione, ma poi il flusso, la vita continua a scorrere… a battere… e frase dopo frase già ci si sente meglio…
    Il blog e la cucina non possono risolvere problemi o vuoti ma sono certa che possono alleviare, distrarre, confortare, dare piacere e sollievo… e allora sappi che ci siamo, affamate di ricette, dolci ed emozioni… come te…
    Un abbraccio!

    • Reply
      Miky
      9 novembre 2014 at 11:21

      Le tue parole sono speciali come te cara Francesca.
      Ti abbraccio.

  • Reply
    Audrey
    6 novembre 2014 at 13:05

    Ciao carissima, che bello leggere un tuo post, sei sempre bravissima sia nel fotografare sia nel cucinare. Questa ricetta che profuma di vendemmia e da rifare. Sono felice di vedere che hai incontrato le altre, hai fatto bene. Ti abbraccio

    • Reply
      Miky
      9 novembre 2014 at 11:21

      In attesa di incontrare pure te 😉
      Un bacio stella.

  • Reply
    cinzia
    9 novembre 2014 at 11:21

    Che foto Miky!
    Cinzia

    • Reply
      Miky
      9 novembre 2014 at 11:22

      Grazie Cinzia, che bello rileggerti 😉

  • Reply
    maris
    9 novembre 2014 at 16:05

    Sei tornata. E’ questo che conta 🙂
    Sono felice di rileggerti e copio anche questa fantastica ricetta :-)))
    Bacioni!

    • Reply
      Miky
      16 novembre 2014 at 23:51

      Maris <3

  • Reply
    Stefania Zecca
    13 novembre 2014 at 18:03

    Ciao Miky, nelle tue parole mi ci ritrovo. Mi ritrovo nei lunghi silenzi inoperosi, negli stati d’animo e nelle riflessioni che hai espresso così limpidamente.
    E sotto sotto, in fondo a tutto sta la speranza, esiste anche quando ce ne siamo dimenticati. L’importante è ricordarsene!
    Grazie per le tue illuminanti parole e per averle condivise con noi.
    Ben tornata!
    P.s: La crostata è molto bella 🙂

    • Reply
      Miky
      16 novembre 2014 at 23:51

      Grazie Stefania <3
      Ti mando un abbraccio stretto :*

  • Reply
    Gabila Gerardi
    13 novembre 2014 at 21:51

    Tu parla….devi parlare perchè il silenzio non sempre è un bene…..auguri per tutto!

    • Reply
      Miky
      16 novembre 2014 at 23:52

      Grazie Gaby <3

  • Reply
    Mara
    21 novembre 2014 at 11:24

    Che bello ritrovarti e leggere di quella bella giornata insieme! Un abbraccio!

    • Reply
      Miky
      23 novembre 2014 at 13:50

      Mara ^_^ che bello averti qui 😉
      Un bacio grande :*

    Leave a Reply

    Rate this recipe:  

    CONSIGLIA Salmone al vapore