MY MEMORIES/ NELLA MIA CUCINA/ PASSION FOR BAKING

Torta morbida senza glutine al miele, per la “Custode del Miele e delle Api”

cover

“Quando credi di aver perso la via
c’è solo una cosa che può dar voce alle tue emozioni,
con l’acacia trovi la forza,
l’erica di dona il coraggio,
perché il miele è CASA,
l’unico posto dove il cuore è libero…”

_DSC5555

Il Miele di Lavanda
Soave e Balsamico. E’ il miele della calma, aiuta a ritrovare l’equilibrio.
Il suo profumo è di fiori e di erbe aromatiche.
Una lieve nota di incenso persiste nel pungente retrogusto che lo identifica.
Il colore è avorio purissimo, la cristallizzazione delicata. 

“La Custode del Miele e delle Api” è il nuovo, imperdibile romanzo di Cristina Caboni, che ritorna dopo il successo de “Il Sentiero dei Profumi“, bestseller venduto in tutto il mondo, che, adorato dai lettori e dalla stampa, ha conquistato la vetta delle classifiche italiane e straniere.

DSC_3421

“Angelica non è mai riuscita a mettere radici. Non ha mai voluto legarsi a niente e nessuno, sempre pronta a fuggire da tutto per paura. C’è un unico posto dove si sente a casa, ed è tra le sue api. Avvolta dal quieto vibrare delle loro ali e dal profumo intenso del miele che cola dalle arnie, Angelica sa di essere protetta e amata. È un’apicultrice itinerante e il miele è la sola voce con cui riesce a far parlare le sue emozioni. Perché il miele di lavanda può calmare un animo in tempesta e quello di acacia può far ritrovare il sorriso. E Angelica sa sempre trovare quello giusto per tutti, è il suo dono speciale. A insegnarglielo è stata Margherita, la donna che le ha fatto da madre durante l’infanzia, quando viveva su un’isola spazzata dal vento al largo della Sardegna. Dopo essere stata portata via da lì, Angelica ha chiuso il suo cuore e non è più riuscita a fermarsi a lungo in nessun luogo. 
Ma adesso il destino ha deciso di darle un’altra possibilità. C’è un’eredità che la aspetta là dove tutto è cominciato, su quell’isola dove è stata felice. C’è una casa che sorge fra le rose più profumate, un albero che nasconde un segreto prezioso e un compito da portare a termine. E c’è solo una persona che può aiutarla: Nicola. Un uomo misterioso, ma che conosce tutte le paure che si rifugiano nei grandi occhi di Angelica. Solo lui può curare le sue ferite, darle il coraggio e, finalmente, farle ritrovare la sua vera casa. L’unico posto dove il cuore può essere davvero libero.”

La Custode del Miele e delle Api è un romanzo molto bello, emozionante e pieno di vita. Mi ha conquistata sin dalle prime righe e ha continuato a farlo pagina dopo pagina, regalandomi una strana serenità. E’ una storia coinvolgente che si legge bene. E’ un romanzo che, non solo regala emozioni, ma tocca l’anima del lettore e lo fa con dolcezza e discrezione.

Mi è piaciuta tanto l’idea della scrittrice di aprire ogni capitolo con la descrizione di un tipo di miele. Alla fine del libro c’è anche un simpatico Quaderno del miele, una sorta di dizionario che descrive le qualità e il tipo di cristallizzazione di ogni miele e dà anche qualche consiglio su come usarlo nella medicina naturale.

Un altro aspetto che ho amato tanto di questo libro è come la scrittrice ha descritto i luoghi magici e incontaminati della mia amata Sardegna. E’ stato come essere lì, insieme ad Angelica, tra il blu del mare e l’azzurro del cielo.

DSC_7313

DSC_7793
E per accompagnare questa presentazione vi lascio una deliziosa ricetta con un ingrediente speciale… “il miele” che da oggi non mancherà mai più nella mia cucina, anzi non vedo l’ora di provare le diverse qualità 😉

DSC_8276-Modifica

Torta senza glutine al miele
 
Ingredients
  • 125 g di farina senza glutine (Mix per Dolci Nutrifree)
  • 125 g di farina di castagne (io ho usato quella di riso)
  • 2 uova
  • 200 ml di latte fresco intero
  • 85 g di miele
  • 60 g di zucchero di canna
  • 50 g di nocciole tostate
  • 70 g di burro a temperatura ambiente
  • 50 ml di olio di riso
  • mezza bustina di lievito (Pane degli Angeli senza glutine)
  • 1 bustina di vanillina
Instructions
  1. Tritate le nocciole non troppo finemente (fino a ottenere una granella).
  2. Sciogliete il burro e lasciate raffreddare.
  3. Montate le uova con lo zucchero fino a quando non otterrete un composto chiaro e spumoso.
  4. Aggiungete il latte e il miele e continuate a montare bene. Unite il burro e l'olio e mescolate ancora.
  5. Aggiungete le farine, la bustina di vanillina e il lievito.
  6. Mescolate e amalgamate bene tutti gli ingredienti per evitare la formazione di grumi.
  7. Terminate aggiungendo la granella di nocciole e il sale.
  8. Mescolate e versate il composto in una tortiera da 20 cm. foderata con della carta da forno (per rendere l'operazione più facile, bagno e strizzo molto bene la carta da forno).
  9. Infornate in forno già caldo statico a 180° per 45 minuti + altri 20 minuti coperta con un foglio di alluminio.
Notes
Servite con una bella colata di miele brevemente riscaldato.

 

DSC_8283

Torta morbida al miele

DSC_8291

#lacustodedelmieleedelleapi #garzanti #cristinacaboni

Un’altra mia ricetta con il miele la trovate qui su iFood 😉

18 Comments

  • Reply
    Alessia
    28 settembre 2015 at 1:11

    Ne ho già sentito parlare, anche se è uscito da poco tempo. Penso proprio che lo comprerò.
    Un abbraccio e complimenti per la ricetta 😉

    • Reply
      Miky
      30 settembre 2015 at 22:25

      Prendilo non te ne pentirai 😉
      Un bacio

  • Reply
    Pattipa
    28 settembre 2015 at 12:13

    Ma che meraviglia questa torta!!!! Ho visto il libro in giro questi giorni e mi sta incuriosendo molto! Un bascione gioia!

    • Reply
      Miky
      30 settembre 2015 at 22:26

      Grazie Patty detto da te è un vero complimento *_*
      Il romanzo leggilo, è bello 😉
      Un bacio a te!

  • Reply
    zia Consu
    28 settembre 2015 at 18:39

    Ho voglia di leggere questo libro e soprattutto di assaggiare questa torta..ha una spetto strepitosoooooo 😛 Bravissima e felice inizio settimana <3

    • Reply
      Miky
      30 settembre 2015 at 22:27

      Che bello ritrovarti qui zia Consu =)
      Un bacio e grazie.

  • Reply
    Simo
    28 settembre 2015 at 18:53

    un post meraviglioso, come è meraviglioso il libro che anche io ho letto e che mi ha preso il cuore…
    ottimo il tuo dolcino!!
    Un abbraccio

    • Reply
      Miky
      30 settembre 2015 at 22:28

      Ciao Simo,
      anche a me il libro è piaciuto tanto.
      Grazie.
      Un bacio

  • Reply
    edvige
    28 settembre 2015 at 21:25

    Buona anche con poco zucchero ma anch’ io preferisco la farina di riso non mi piace quella di castagne.
    Buona serata bacione

    • Reply
      Miky
      30 settembre 2015 at 22:29

      Non ne ho messo tanto perché sapevo di gustarla con il miele =)
      Un bacio mia cara.

  • Reply
    Paola
    1 ottobre 2015 at 7:03

    Eccola, profumata d’autunno dorato, la tua torta. La farina di castagne, il miele, le nocciole, tutto si adatta a questa pioggerellina che viene giù mentre ti scrivo. Ho davanti a me la mia tazzina di caffè (che al mattino è d’obbligo). Oggi pomeriggio metto su il tè e una fetta di questa torta ci starebbe davvero bene.. ma anche ora a colazione, se proprio devo dirla tutta 🙂

    • Reply
      Miky
      28 ottobre 2015 at 22:17

      Paola che visione poetica *_*
      Un caro abbraccio.

  • Reply
    Andrea
    2 ottobre 2015 at 11:17

    Del romanzo della Carboni ne ho sentito parlare, ma non l’ho letto. Ora tu mi hai incuriosito e sarà il primo libro che leggerò prossimamente. Un abbraccio

    • Reply
      Miky
      28 ottobre 2015 at 22:18

      Bravo Andrea 😉

  • Reply
    la betty
    13 ottobre 2015 at 12:45

    Ho abbandonato la lettura da tempo, ho libri iniziati e mollati lì in attesa di essere ripresi.
    Devo dirti mia cara sorella che mi hai fatto venire la voglia di andare in libreria ad acquistare questo libro; le radici di Angelica, sono anche le mie ma a differenza sua io da sempre so qual’è il mio posto nel mondo. Le tue foto poi rafforzano questo sentimento di adorazione che nutro per la nostra terra,a dir poco meravigliose
    ti voglio bene

    • Reply
      Miky
      28 ottobre 2015 at 22:18

      Eh io vorrei tanto leggere nuovamente il tuo blog… <3
      Anch'io ti voglio bene sorellina!

  • Reply
    Marta
    28 ottobre 2015 at 20:32

    una meravigliosa torta bella rustica come piacciono a me, me la pinterizzo subito!!!

    • Reply
      Miky
      28 ottobre 2015 at 22:19

      Molto rustica Marta 😉
      Un abbraccio.

    Leave a Reply

    Rate this recipe:  

    CONSIGLIA Sarde a beccafico senza glutine