DOLCI/ MOMLIFE/ NELLA MIA CUCINA

Come nasce una mamma – La ricetta del Flan di Latte

Flan di Latte

Quasi due mesi senza scrivere.
Ho mille progetti e mille cose da fare, ma quando mi fermo mi ritrovo sempre al punto di partenza senza la voglia o la grinta di cominciare.
La verità è che mi devo abituare all’idea che qualunque cosa sto facendo devo interromperla nel momento in cui Nicolò ha bisogno di me, per poi riprenderla! Purtroppo il mio “limite” è che odio essere interrotta, di conseguenza se so che non riuscirò a terminare un lavoro neanche lo inizio (lo so sono sbagliata).
Ma questo post devo ricucire a scriverlo, soprattutto perché mi piacerebbe pubblicarlo in occasione della festa della mamma.
La mia prima festa della mamma.

Mentre scrivo il mio Piccolo Principe dorme, si è addormentato nel seggiolone mentre giocava con i suoi giochi preferiti.
Lo guardo e ancora non mi sembra vero.
Quanto lo abbiamo desiderato.
Ho quasi paura a respirare.
Infinite volte ho pensato a come sarebbe stato essere madre, e questa realtà che sto vivendo è più bella di qualunque sogno mi abbia accompagnato in questi anni di ricerca e di attesa.
Anni in cui pensavo che nel libro della mia Vita non ci sarebbe stato un giorno della Festa della Mamma da festeggiare.
Anni di visite, esami, punture, monitoraggi.
Anni in cui ho cercato di farmene una ragione.
Anni di paura e solitudine.
Anni in cui avevo deciso di arrendermi e di chiudere questo capitolo definitivamente.
Anni in cui è tornata la voglia di lottare.
Anni in cui la Vita mi ha illuso dandomi una speranza, per poi strapparmi il sogno dalle mani, lasciandomi con il cuore frantumato.
Anni di silenzi davanti alla domanda “niente figli”?

Ancora oggi non credo che i figli siano l’unica ragione di Vita, ma in quegli anni, accecati da questo forte desiderio ci siamo dimenticati di tutto il resto. Perdendo quel senso di spensieratezza che ci distingueva. Abbiamo continuato a progettare, a uscire, a viaggiare, a organizzare feste e cene con amici e parenti, a lavorare, a fare le cose che ci piaceva fare. Agli occhi di tutti stavamo vivendo una splendida quotidianità. E mentre tutti intorno a noi diventavano genitori, noi ci sentivamo morire dentro ogni mese, quando l’illusione di un’eventuale gravidanza sfumava. E ogni mese dovevo prendermi cura della mia e della sua anima.
E accettare il fallimento.
E ancora oggi che siamo genitori certe sensazioni, certi dolori ce li portiamo dentro. Non ci hanno abbandonato!
La natura non aveva pensato a noi, e noi ci abbiamo pensato da soli. Noi abbiamo scritto un finale diverso, forse non previsto ma non poteva che essere questo anche se per tanto tempo ne ho fortemente dubitato.

Mi sento mamma dal giorno in cui ho desiderato esserlo. 
Per me una mamma nasce nel momento in cui dentro di lei si affaccia prepotentemente questo desiderio di maternità, ecco perché oggi voglio dedicare questo post a tutte quelle mamme senza figli. A tutte quelle donne speciali che lottano per realizzare un desiderio che la natura non dovrebbe mai negare.

Un desiderio che per noi è diventato realtà da poco più di cinque mesi. Un desiderio chiuso nel nostro cuore da quasi dieci anni.

E in occasione della festa della mamma, vi lascio con la ricetta del Flan di Latte della mia mamma. Nei miei ricordi di bambina ci sono le domeniche, quelle speciali, in cui a fine pasto la mia mamma portava in tavola questo buonissimo dolce al cucchiaio della tradizione sarda. Durava un battito di ciglia 😅
Sembra un crème caramel, ma aromatizzato al limone e cotto in forno.
Si prepara solo con quattro ingredienti: latte, zucchero, uova, caffè e limone.

Flan di Latte

Un pensiero speciale oggi è per la mia mamma. Nella sua vita ne ha passate tante, ma non ci ha mai fatto mancare il suo sorriso e il suo tempo.
È sempre stata una donna con la D maiuscola e ha cresciuto cinque figli senza l’aiuto di nessuno (a parte quello di mio padre, ovvio). Si è sempre fatta in quattro per la famiglia, dividendosi tra casa e lavoro.
Ha combattuto affianco a mia sorella un brutto male e io posso solo immaginare la paura e il dolore nel vedere una figlia stare male.
Una vita di sacrifici e fatica per darci sempre il meglio.
Ancora oggi che siamo tutti grandi, e genitori a nostra volta, non smette di preoccuparsi per noi e insieme a mio papà tiene unita questa grande famiglia.
È nonna di dieci splendidi nipoti che l’adorano.

Grazie mamma, grazie per tutto quello che hai fatto per me. Grazie per esserci sempre e soprattutto grazie per avermi dato la forza di affrontare quel percorso tortuoso e difficile che mi ha portato a mia volta a essere una mamma ❤️

Print Recipe
Flan di Latte
Dolce al cucchiaio della tradizione sarda.
Flan di Latte
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 1 ora
Tempo Passivo Una notte (più raffreddamento)
Porzioni
6/8 persone
Ingredienti
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 1 ora
Tempo Passivo Una notte (più raffreddamento)
Porzioni
6/8 persone
Ingredienti
Flan di Latte
Istruzioni
  1. La sera prima versate il latte in una terrina, unite la scorza del limone precedentemente lavato e riponete in frigo per tutta la notte.
  2. Al mattino lavorate le uova con lo zucchero e preparate il caffè.
  3. Mentre aspettate che il caffè si raffredda, preparate il caramello con lo zucchero. Mia mamma usa il metodo "a secco". Mettete sul fuoco, a fiamma bassa, un pentolino d’acciaio con i bordi alti e il fondo spesso. Versate lo zucchero e fatelo sciogliere lentamente, senza mescolarlo ma ruotando leggermente il pentolino così che si distribuisca sul fondo uniformemente. Quando assume un colore dorato, versatelo sul fondo di uno stampo per budino.
  4. Unite il caffè e le uova al composto di latte, dopo aver tolto la scorza del limone. Mescolate bene e versate nello stampo.
  5. Mettete nel forno preriscaldato a bagnomaria a 180° per circa 1 ora. Togliete dal forno e lasciate raffreddare.

Flan di Latte

2 Comments

  • Reply
    zia consu
    15 maggio 2017 at 18:28

    Grazie Miky x questo post..hai toccato le corde più profonde della mia anima. So cosa hai passato e lo sto vivendo sulla mia pelle…spero un giorno di poter scrivere lo stesso.
    ❤️

    • Reply
      Miky
      20 maggio 2017 at 17:38

      Tesoro… mi spiace immensamente. Io te lo auguro con tutto il cuore. Se hai bisogno io ci sono <3

    Leave a Reply

    CONSIGLIA Risotto al salto